EN  
  IT  

Barre autoperforanti Vantaggi del sistema


Il sistema autoperforante Sirive® presenta numerosi vantaggi nelle applicazioni geotecniche:

  • Riduce i tempi di realizzazione del singolo ancoraggio, grazie soprattutto alla velocità di perforazione che in terreni sciolti può dimezzare i tempi rispetto alle tecniche tradizionali. Altri fattori che influiscono in questo senso sono la semplificazione delle operazioni di cantiere e la riduzione delle fasi esecutive.
  • L’iniezione di boiacca cementizia in fase di perforazione permette di stabilizzare il foro in modo ottimale, mantenendo inalterato lo stato tensionale preesistente nel terreno. Si evitano così eventuali sovrappressioni nel terreno, osservabili ad esempio nel caso di chiodi infissi, o detensionamenti causati dalla realizzazione del preforo.
  • E’ facilmente adattabile all’eterogeneità stratigrafica e geologica del terreno o ad eventuali differenze riscontrate in sito in modo imprevisto rispetto allo stato di progetto, trovando applicazione in molti tipi di terreno sciolto e di roccia.
  • Le dimensioni ridotte e la versatilità dei macchinari di perforazione utilizzati per l’installazione degli autoperforanti permette di lavorare anche in condizioni estreme (spazi ristretti, versanti impervi, altezze di intervento elevate).
  • Le eccellenti prestazioni raggiunte dalle unità di perforazione ed il loro pieno controllo da parte della maestranza permette di raggiungere diametri medi resi del bulbo cementato maggiori rispetto alle tecniche tradizionali.
  • La durabilità dell’ancoraggio è maggiore, in quanto si ottiene un corpo di terreno cementato attorno alla barra di diametro medio reso superiore alle tecniche tradizionali, che comporta una maggiore resistenza a corrosione della barra, anche senza l’impiego di dispositivi centratori.
  • La resistenza a pullout (sfilamento) dell’ancoraggio è maggiore, a parità di lunghezza, rispetto agli ancoraggi con preforo, in quanto la superficie dell’interfaccia tra bulbo cementato e terreno è più irregolare.